RainLight’s Impression

Esiste un luogo dove tutto si compie:
le persone si abbracciano, le città bruciano, i deserti si muovono e gli sguardi si fermano.
In quel luogo si compie ogni disgrazia, come la cosa più misera;
e lì pure avvengono i più epifanici incontri, si risolvono le coincidenze e si ramificano le differenze, i dialoghi si incidono nel silenzio.
In quel luogo avviene ogni cosa, e lì avverrà l’ultimo evento.
Esso è quello spazio inafferrabile e infinito che di ciascuno separa i sentieri e li avvicina, per farsi beffa di come si possano muovere gli stessi passi senza incontrarsi mai.
Tempo, è il vuoto che respiriamo aspettando di essere ultimi.

 

There is a place where everything happens: people embracing, cities burning, deserts moving and glances stopping. Inside that place every disgrace happens, like the poorest thing; the most epiphanic encounters take place there, coincidences are resolved and dialogues are carved in silence. In that place everything happens, and also the last event will. It is that elusive and infinite space separating the paths of everyone and then bringing them near, laughing at the way you can walk the same steps without ever meeting. Time, it’s the empty space we breath while waiting to be the last ones.

[Neil On Impression]

 

Annunci