November’s Sunset

 

N o v e m b r e

 

ShakeTheSphere

 

Mi venne mostrata la Terra con l’aspetto di una scacchiera, dipinta a grandi quadrati bianchi e neri. Poi iniziò a piovere, e la vernice nera prese a colare su quella bianca, e tutto diventò color grigio sporco. La pioggia cadde con maggior violenza, e l’insieme assunse un color bianco purissimo. Udii queste parole:

Abbi fede. Resisti e sappi che tutta la Terra, assieme a ciò che contiene, sta per subire un immane processo di ripulitura. Va tutto bene, anzi benissimo, poiché le cose accadono secondo il Mio piano.
Sii perfettamente in pace.

da Le porte interiori
– Meditazioni quotidiane

 

 

 Un giorno Gesù ci spiegò i segreti delle stelle. Era un mattino di primavera. Dall’alto di un colle vedevamo, nella pianura lontana, sorgere il sole là dove all’orizzonte ancora brillava una luminosa costellazione.
“Passano le costellazioni”, disse Gesù, “dopo l’Ariete, i Pesci. E poi verrà il segno dell’Acquario. Allora l’uomo scoprirà che i morti sono vivi e che la morte stessa non esiste”.

 

 

E’ giunto il momento che io vi dica, miei cari amici, quando fu che Gesù mi chiamò per la prima volta Taumà, cioè Didimo (il suo gemello). Eravamo tutti a tavola. Al termine del pranzo il Maestro ci disse: “Facciamo un gioco. Ciascuno di voi cerchi di paragonarmi a qualcuno o a qualcosa”.
Naturalmente Simon Pietro parlò per primo: “Per me Tu assomigli ad un angelo giusto”. Poi intervenne Matteo: “Assomigli ad un filosofo saggio”. Uno dopo l’altro, tutti dissero la loro. Alla fine, giunse il mio momento.    Gesù mi guardava. Dissi: “Maestro mio, la bocca rimane chiusa e si rifiuta di dire a chi somigli perché tu non puoi essere paragonato a niente e a nessuno”.
Gesù, allora, davanti a tutti, disse: “Io non sono più il tuo Maestro, perché hai bevuto sino alla pienezza, alla sorgente infuocata di cui Io stesso mi sono riempito. Hai capito Chi sono. Tu ora sei il pesce grande e buono e per stringere te io getto da parte tutti gli altri. Tu ora sei la più grande e la più coraggiosa delle mie pecore, hai scavalcato ogni recinto ed io ti voglio bene più che a tutte le altre. D’ora in poi ti chiamerò Taumà, Didimo, perché tu sei Me ed Io sono te”.

 

 

Una sera, Gesù, mi prese in disparte e mi disse:
“Taumà ti farò delle domande, e tu che sei sapiente, rispondimi. Quante mani devi prendere per avere una unità di mani?”.
“Una mano, Maestro”.
“E qual è l’unità di piedi?”.
“Un piede”.
“E l’unità di occhi?”.
“Un occhio”.
“No, Tommaso. Ti sbagli. Una mano funziona. Un piede funziona. Ma a un occhio solo sfuggono le profondità”.
“Ho capito, Maestro, l’unità di occhi sono due occhi”.
“E l’unità di umanità?”.
Stavo per rispondere “Un uomo!” ma, col volto imporporato, corressi il mio pensiero.
Risposi: “E’ la coppia, Maestro”.
“Ora non sei solo sapiente, ma sei Saggio”.

da Il Quinto Vangelo (Il Vangelo di Tommaso)

 

 

 

1 Novembre

In natura, non esistono né sforzi né tensioni. Un seme cresce attraverso il suo proprio ciclo: non deve fare nulla, se non permettere che ciò avvenga. Non devi fare altro che permettere che tutto avvenga. Perché non lasciarti trasformare in una magnifica farfalla? Esci da questa crisalide, da questo spazio limitato, dalle restrizioni della tua mente mortale e delle tue idee. Quando un serpente cambia la propria pelle, si contorce per liberarsi lentamente di quella vecchia, lasciandosela alle spalle a seccare e a disintegrarsi. Un granchio, a mano a mano che cresce, esce dal suo carapace, diventato troppo piccolo, e ne forma uno più grande e più bello. Un uccello rompe il guscio e ne emerge completamente trasformato, ed è libero, libero, libero! Ecco ciò che ti aspetta. Una nuova libertà, una nuova gioia, un intero nuovo mondo aspettano di schiudersi per te, non appena sarai disposta ad abbandonare maniere, pensieri e idee vecchie e restrittive, ed a trasformarti.

Le Porte Interiori – Meditazioni Quotidiane

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...